La liquidazione Iva mensile o trimestrale
La liquidazione Iva: mensile o trimestrale?
January 28, 2015
Delucidazioni sull’affitto di poltrona e cabina-consulenza parrucchieri estetisti
Delucidazioni sull’affitto di poltrona/cabina
March 3, 2015

Incentivi programma Garanzia Giovani

Incentivi programma Garanzia Giovani - consulenza parrucchieri estetisti

Con la presente riteniamo utile sottoporre alla Vostra attenzione le opportunità introdotte dal Programma Garanzia Giovani, iniziativa che prevede incentivi economici per le aziende che introducono nel mondo del lavoro giovani inoccupati o disoccupati mediante tirocinio.

La gestione della pratica è di competenza dell’INPS ed il programma “Garanzia Giovani” è approvato dall’Unione Europea e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.

L’incentivo è destinabile a tutti i datori di lavoro privati e spetta per l’assunzione di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni, non inseriti in un percorso scolastico o formativo né impiegati in un’attività lavorativa, che siano registrati al Programma tramite apposita iscrizione al portale Garanzia Giovani. Spetta per le assunzioni effettuate entro il 30 giugno 2017: – a tempo indeterminato; – a tempo determinato di durata pari o superiore a 6 mesi – con contratto di apprendistato. Spetta anche per i contratti part-time purchè l’orario di lavoro sia pari o superiore al 60% dell’orario normale.

L’importo dell’incentivo è diverso a seconda della classe di profilazione attribuita al giovane e alla tipologia contrattuale e va da un minimo di 1.200 euro a un massimo di 6.000 euro.

Le condizioni -> per accedere all’incentivo l’azienda deve essere in regola con la normativa inerente gli obblighi contributivi (DURC positivo), con le norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e con il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali e territoriali. L’assunzione, inoltre, non deve costituire attuazione di un obbligo preesistente, non deve violare il diritto di precedenza, non deve essere finalizzata alla riassunzione di un lavoratore licenziato nei sei mesi precedenti da altra azienda con assetti proprietari coincidenti e non deve essere effettuata da un’azienda che abbia in atto sospensioni di lavoro, per le stesse mansioni del personale sospeso.

Il procedimento:

  • il lavoratore effettua la registrazione al programma e svolge colloqui presso un ente accreditato (il giovane deve presentarsi c/o l’ente munito di stato occupazionale rilasciato dal Centro per l’Impiego, carta di identità e codice fiscale); gli verrà attribuita una “classe di profilazione”;
  • inoltro da parte del datore di lavoro all’Inps di una domanda preliminare di ammissione all’incentivo;
  • l’inps verifica la disponibilità delle risorse e dell’effettiva spettanza del contributo e prenota dell’importo a favore del datore di lavoro;
  • il datore effettua l’assunzione con conseguente inoltro all’Inps della domanda definitiva di ammissione al beneficio;
  • attribuzione dell’esito (positivo o negativo) all’istanza.

 

Infine Regione Lombardia rimborsa al datore di lavoro una quota pari a:

  • 400 € per tirocini di almeno 120 giorni
  • 800 € per tirocini di almeno 150 giorni
  • 1.200 € per tirocini di almeno 180 giorni
  • 200€/mese per ogni mese di tirocinio successivo al 6°.

Il datore di lavoro dovrà anticipare il  pagamento (tracciato) al tirocinante dell’indennità di partecipazione al tirocinio (minimo 400 euro al mese); all’attribuzione dell’esito positivo Regione Lombardia provvederà al rimborso dei costi sostenuti nei limiti delle quote sopra citate.

Lo Studio resta a disposizione per fornire tutti i dettagli ed il supporto necessario per avviare tempestivamente il ticocinio.